Politica

E’ CRISI DI GOVERNO!

Mercoledì 13 gennaio alle ore 18.15 Matteo Renzi leader di Italia Viva annuncia le dimissioni dal governo Conte delle due ministre Elena Bonetti e Teresa Bellanova e del sottosegretario Ivan Scalfarotto. La crisi di governo del Conte Bis è ufficialmente aperta.

Dopo due mesi di dichiarazioni, ultimatum, ricatti, veti incrociati, alla fine si è giunti a quello che tutti temevano ma che nessuno pensava fosse possibile. Una crisi di governo nel mezzo di una pandemia e con una crisi economica che è la peggiore dalla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Matteo Renzi dopo essere stato il propiziatore insieme a Beppe Grillo del Conte Bis dopo pochi giorni si stacca dal PD e fonda un suo movimento politico chiamato Italia Viva portando con sé una trentina di deputati e diciotto senatori.

Ma tutti questi quindici mesi sono sempre stati molto tumultuosi per il Presidente del Consiglio perché Renzi praticamente da subito ha messo il governo in seria difficoltà praticando un tira e molla ai più assolutamente incomprensibile.

Un movimento che stando ai sondaggi è posizionato intorno al 3% dei consensi è diventato l’ago della bilancia soprattutto al senato dove i numeri della maggioranza sono risicati e questi diciotto senatori di Italia Viva sono diventati determinanti. Attuando una politica degna della prima repubblica dove partitini piccolissimi acquisivano poltrone in cambio della loro scelta di essere o con la maggioranza o con l’opposizione.

Sono stati mesi molto difficili per Conte in un continuo tira e molla. Renzi minacciava ogni volta di uscire dalla maggioranza se non otteneva quello che lui chiedeva.

Dopo un periodo natalizio di tregua apparente ecco che all’inizio dell’anno la discussione si è focalizzata sul Next Generation Eu, su dove allocare i 222 miliardi di € che arriveranno dall’Europa nei prossimi anni. Sono state fatte molte aperture a Renzi ma non è bastato. Mercoledì 13 gennaio le sue ministre ed il sottosegretario si sono dimessi e si aperta ufficialmente la crisi di governo.

Ora davanti a Conte di sono due possibilità. Andare in Parlamento e vedere se ci sono i numeri per superare i 161 voti al Senato (dove i numeri sono molto risicati) trovando alcuni senatori che per senso di responsabilità votano a suo favore o dare le dimissioni nelle mani del Presidente Mattarella.

Mattarella a quel punto può reincaricare Conte, può dare l’incarico di formare un nuovo governo al una nuova personalità, o (ed è lo scenario più negativo) può sciogliere le Camere a mandare gli Italiani a votare.

In piena pandemia con oltre 2.300.000 di contagi, oltre 80.000 decessi, con una campagna vaccinale che non durerà meno di nove mesi e con una crisi economica che è la peggiore dalla fine della Seconda Guerra Mondiale con il PIL sceso di oltre l’11%, con la disoccupazione che una volta terminato il blocco dei licenziamenti sfiorerà il milione di posti di lavoro persi e con un rapporto deficit/PIL che è arrivato al 160% noi “ci permettiamo una crisi di governo”.

Speriamo veramente che la crisi si risolva in pochi giorni e non ci sia l’andata alle urne nella tarda primavera. Perché vorrebbe dire perdere almeno sei mesi e non ce lo possiamo permettere. Nei prossimi mesi arriveranno i primi miliardi del Next Generation Eu e finalmente l’occasione per par ripartire l’Italia attuando gli investimenti per le grandi opere pubbliche. Operare investimenti nella digitalizzazione e nel green. E attuare finalmente le riforme del fisco, della giustizia e della P.A. che aspettano da decenni.

Tutto ciò sarà possibile solamente se le forze politiche avranno una responsabilità istituzionale, non penseranno ai loro interessi partitici e se metteranno le loro capacità al servizio del benessere dei cittadini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...