Pensioni

L’EDITORIALE di MM (25/04/2021)

TROPPI SILENZI

Questa settimana rivolgiamo la nostra attenzione sull’atteggiamento di assenza che la classe politica e i media stanno avendo sul futuro previdenziale degli italiani.

A parte alcune dichiarazioni, assolutamente fuori luogo fatte da alcuni politici che però non hanno una responsabilità diretta sull’argomento, per il resto il nulla.

Solo una proposta comincia a filtrare sulla rete e mi comincia a preoccupare. La quota 102 proposta da Aberto Brambilla, consigliere economico nel passato governo giallo/verde. I 64 anni di età sommati ai 38 di contributi. Proposta che strizza l’occhio alle donne, ai “caregiver” ai precoci ma che sostanzialmente mantiene l’impianto della legge Fornero.

Anche a livello di media se escludiamo l’ottimo Pierangelo Rossi con il suo Vox Populi ogni venerdì alle 19 sulle frequenze di Well TV (810 Sky) che parla di pensioni e che abitualmente fa intervenire semplici cittadini in diretta sull’argomento, per il resto il nulla. Eravamo abituati negli anni precedenti nei vari talkshow che inondano le nostre serate a parlare di previdenza. Questo argomento era sempre di attualità, venivano invitati esperti, politici, sindacalisti. Ebbene, ora, che abbiamo una legge come quota 100 in scadenza alla fine dell’anno e quindi c’è l’assoluta necessità di avere una nuova buona legge previdenziale, il nulla. E sì che questo argomento interessa milioni di italiani, che stanno in ansia, sono giustamente preoccupati del loro futuro e delle loro prospettive di vita anche a causa della pandemia che è bene ricordarlo ha causato oltre 118.000 decessi.

E’ molto strano, sembra quasi che Draghi abbia anestetizzato il paese. Ci sono state, è vero alcune proteste da parte di qualche categoria come ristoratori, ambulanti, lavoratori dello spettacolo, partite IVA ma alla fin fine si è trattato di poca cosa. Mi occupo di previdenza da parecchi anni e mai ricordo così tanta assenza su di un argomento che da sempre ha appassionato ed interessato milioni di italiani. D’accordo stiamo ancora combattendo con la pandemia e ovviamente la maggior parte dei media subiscono questo argomento, ma esistono anche altri problemi.  Sull’argomento pensioni, poi, mi sembra che l’opinione pubblica e un po’ tutti siano come imbambolati.  Eppure gli argomenti non mancano, quota 100 in scadenza, il ritorno prepotente della legge Fornero, la drammatica diminuzione dell’aspettativa di vita, i giovani che hanno enormi difficolta a trovare un lavoro che sono poco pagati e hanno carriere discontinue, le donne sottoposte da sempre ad un doppio lavoro a casa e in ufficio, i bassi importi delle pensioni dovuti al calcolo contributivo, le pensioni d’oro, i baby pensionati, l’eccessiva tassazione che hanno i pensionati. Come vedete gli argomenti sono moltissimi e i problemi da risolvere non di poco conto. Eppure, su giornali e TV quasi il nulla.

Meno male che abbiamo Pierangelo Rossi…. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...