Pensioni

QUANDO RIAPRIRA’ IL CANTIERE PENSIONI?

E’ stata finalmente approvata la legge di bilancio. Come era ampiamente previsto, per quest’anno non c’è nulla di significativo in ambito previdenziale. L’unica cosa concreta, che poi si è rivelata un danno per i lavoratori, è stata la definitiva chiusura di quota 100 che tanto ha diviso gli italiani ma che ha, comunque, dato la possibilità ad alcune centinaia di migliaia di perone di accedere al pensionamento, e l’istituzione per il solo 2022 della quota 102 (64 anni di età + 38 anni di contributi).

Sicuramente un pessimo risultato che costringe gli italiani, soprattutto i nati nel 1960, i più penalizzati da questo istituto, a restare al lavoro altri due anni e nulla di quella riforma strutturale che tutti i lavoratori si aspettavano a conclusione di quota 100.

E adesso? Il premier Draghi nell’ultimo confronto del 20 dicembre con i sindacati aveva promesso che il giorno seguente sarebbe arrivata la calendarizzazione degli incontri per giungere a una riforma previdenziale ormai necessaria e non più procrastinabile per superare l’eccessiva rigidità della legge Fornero di cui ormai tutti sono convinti. C’è la necessità di operare in quest’ottica e in questo esiste conformità di vedute tra Governo e sindacati di operare una flessibilità in uscita, di attuare una politica previdenziale su giovani e donne e modificare l’istituto della previdenza complementare per conformarlo più compiutamente alle nuove realtà previdenziali, ma il problema sarà come operare e come muoversi all’interno di questi tre temi fondamentali per raggiungere un equilibrio che possa soddisfare tutte le parti in causa.

Draghi vorrebbe concludere il tutto entro la fine di aprile del 2022 in modo da poter inserire le linee guida all’interno del DEF. Non è, però, un termine perentorio e l’importante a questo punto è che si raggiunga un risultato soddisfacente per tutte le categorie interessate.

L’Esecutivo già da un paio di mesi ha precisato di voler operare nell’ambito di una flessibilità in uscita restando nel solco del sistema contributivo. Ora è necessario scongiurare rapidi interventi verso un’accelerazione del sistema contributivo, mantenendo il sistema misto con la sua naturale conclusione alla fine dell’anno 2035.

Le ipotesi sul tavolo sono parecchie. Personalmente rimango sempre a sostegno della proposta fatta nell’autunno scorso dal presidente dell’Inps Tridico, ovvero flessibilità in uscita a partire da 62 anni calcolando solo la parte di contributivo e, dopo cinque anni – cioè dai 67 anni – riscuotere anche la parte di retributivo. Ritengo questa proposta più conveniente per i lavoratori in quanto il sacrificio sarebbe solamente per alcuni anni e non per sempre. Le altre proposte che prevedono la possibilità di uscita a 62 anni e il ricalcolo di tutto l’assegno con il sistema contributivo sulla falsariga di Opzione Donna, che potremmo chiamare Opzione Tutti, non può soddisfare i lavoratori che dopo una vita lavorativa si vedrebbero decurtare l’assegno previdenziale nell’ordine del 25/30% e soprattutto per sempre.

La partita che si giocherà sui tavoli del Ministero del lavoro sarà, comunque, molto difficile a causa delle continue intromissioni dei vari organismi internazionali (Ocse, Fmi, Bce ed Europa) che, in ogni occasione, rimarcano l’eccessivo costo della previdenza in Italia e la necessità che questa sia ricondotta a livello degli altri Paesi europei, non volendo riconoscere che già all’attualità tale costo, se scorporato dal costo dell’assistenza, risulta in linea con gli altri partner continentali.

Articolo pubblicato su: Il Friuli.it

https://www.ilfriuli.it/articolo/economia/quando-riaprira-il-cantiere-pensioni/4/258219

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...